Pubblicato il Decreto Direttoriale del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica n.143 del 6 novembre 2023, che definisce le modalità operative previste dall’art. 21 del Decreto Ministeriale 59/2023.

Il Decreto Direttoriale stabilisce:

  • le modalità operative per la trasmissione dei dati al Registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti (RENTRI)
  • le modalità di accesso e di iscrizione da parte degli operatori al RENTRI
  • i requisiti informatici per garantire l’interoperabilità
  • le modalità di funzionamento degli strumenti di supporto messi a disposizione degli operatori.

La norma è strutturata in 18 procedure che individuano obiettivi, destinatari e modalità, così suddivise:

  • Modalità operative per l’iscrizione al RENTRI da parte degli operatori
  1. Iscrizione al R.E.N.T.Ri.
  2. Inserimento dei dati delle autorizzazioni
  3. Iscrizione alla sezione speciale e gestione delle deleghe ai sensi dell’art. 18 del D.M. 4 aprile 2023, n. 59
  • Modalità operative per la gestione del registro cronologico di carico e scarico e del formulario di identificazione del rifiuto (di seguito FIR) in formato cartaceo

  1. Stampa di un format esemplare di Registro cronologico di carico e scarico
  2. Vidimazione digitale del FIR cartaceo tramite interoperabilità con sistemi gestionali
  3. Emissione e vidimazione digitale del FIR cartaceo
  4. Trasmissione della copia del FIR cartaceo (chiusura del ciclo di vita del formulario)
  • Modalità operative per la tenuta del registro cronologico di carico e scarico e del FIR mediante sistemi gestionali
  1. Vidimazione digitale del Registro cronologico di carico e scarico
  2. Emissione e gestione in formato digitale del FIR
  3. Vidimazione del FIR digitale tramite interoperabilità con sistemi gestionali
  • Modalità operative per la trasmissione dei dati del registro cronologico di carico e scarico e del FIR mediante interoperabilità
  1. Trasmissione dei dati del registro cronologico di carico e scarico mediante interoperabilità
  2. Trasmissione dei dati del FIR mediante interoperabilità
  • Modalità operative per la tenuta del registro cronologico di carico e scarico e del FIR e per la trasmissione dei dati mediante servizi di supporto
  1. Servizio di supporto per l’assolvimento degli obblighi relativi all’utilizzo del FIR in modalità digitale in condizione di mobilità
  2. Servizio di supporto per l’assolvimento degli obblighi relativi all’emissione del FIR in modalità digitale
  3. Servizio di supporto per l’assolvimento degli obblighi relativi alla trasmissione dei dati del registro cronologico di carico e scarico
  •  Requisiti e specifiche tecniche

  1. Servizio di supporto per l’utilizzo degli strumenti di identità e autenticazione e sottoscrizione
  2. Specifiche tecniche
  3. Requisiti per l’interoperabilità applicativa dei sistemi gestionali degli operatori

Dall’8 novembre è attivo, inoltre, il portale del Registro Elettronico Nazionale per la Tracciabilità dei Rifiuti – RENTRI (www.rentri.gov.it)

Gli utenti avranno accesso, oltre alla normativa e ai decreti direttoriali di recente emanazione e alle notizie legate al RENTRI, anche ad una sezione dedicata all’assistenza e al supporto per consultare, con facilità e immediatezza, contenuti utili ad orientarsi tra i nuovi obblighi, acquisendo informazioni su: soggetti obbligati all’iscrizione, termini per l’iscrizione e le novità relative ai registri di carico e scarico e formulari di identificazioni dei rifiuti in modalità digitale.

A partire da dicembre 2024 si potrà accedere alle aree riservate rivolte a: operatori, produttori di rifiuti non iscritti, soggetti delegati di cui all’art. 18 del D.M. 59/2023, nonché Enti di controllo.

Il Decreto Direttoriale recante le istruzioni per la compilazione del Registro di carico e scarico e del Formulario di identificazione dovrebbe essere emanato entro il mese di dicembre.

La redazione

_______________________________________________________________________________________________________

Per aggiornamenti sulle novità del mondo della gestione dei rifiuti, visita la nostra pagina EVENTI

 

Continua a leggere…

  • 24 Aprile 2024 |

    Quali sono le ragioni ostative all'iscrizione di una società in white list? Leggiamo la sentenza del Consiglio di Stato. La recente sentenza ha per oggetto le ragioni ostative all’iscrizione di una società in white list [...]

  • 17 Aprile 2024 |

    Applicazione della disciplina di cui all’articolo 30-bis del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 nell’ambito della gestione dei rifiuti sanitari sterilizzati. Il MASE con l’interpello chiarisce che i rifiuti sanitari infettivi, se assoggettati ad un [...]

  • 3 Aprile 2024 |

    Chiarimenti in merito alle attività di messa in riserva R13 a seguito di lavorazione in R12. Allegato C, parte IV, D. Lgs. 152/06 La Provincia di Viterbo ha richiesto un’interpretazione della vigente normativa in materia  [...]

  • 24 Aprile 2024 |

    Quali sono le ragioni ostative all'iscrizione di una società in white list? Leggiamo la sentenza del Consiglio di Stato. La recente sentenza ha per oggetto le ragioni ostative all’iscrizione di una società in white list [...]

  • 17 Aprile 2024 |

    Applicazione della disciplina di cui all’articolo 30-bis del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 nell’ambito della gestione dei rifiuti sanitari sterilizzati. Il MASE con l’interpello chiarisce che i rifiuti sanitari infettivi, se assoggettati ad un [...]

  • 3 Aprile 2024 |

    Chiarimenti in merito alle attività di messa in riserva R13 a seguito di lavorazione in R12. Allegato C, parte IV, D. Lgs. 152/06 La Provincia di Viterbo ha richiesto un’interpretazione della vigente normativa in materia  [...]

  • 25 Marzo 2024 |

    La sentenza in commento – C. Cass. n. 685/2024 – è stata pronunciata a seguito del ricorso proposto da un soggetto condannato dal Tribunale per il reato di trasporto abusivo di rifiuti (art. 256, co. [...]