Su “quotidiano energia” pubblicato un approfondimento sul “WSX”, l ‘innovativa borsa digitale europea dei rifiuti

La crisi ambientale rappresenta una delle più gravi emergenze a livello globale; per fronteggiarla è necessario disegnare nuove strategie che mettano in sicurezza la nostra salute ma anche, e soprattutto, il nostro ambiente presente e futuro. Il modello economico da seguire deve prevedere un utilizzo – e riutilizzo – efficiente delle risorse che, pensando al mondo dei rifiuti, vuol dire introdurre un sistema innovativo di gestione che ne permetta la corretta allocazione nel rispetto dei concetti di sostenibilità e circolarità dell’economia.

Da questo presupposto, e in risposta alle esigenze economiche e gestionali emerse dal dialogo con diversi produttori e gestori dei rifiuti, è nato il progetto “Waste Stock Exchange” o “WSX” che ha l’obiettivo di creare una Borsa Digitale Europea dei rifiuti per la quotazione e l’interscambio libero e trasparente delle transazioni relative ai materiali ed ai servizi di gestione dei rifiuti.

Una tavola rotonda condotta recentemente alla presenza di diversi attori del mondo energetico ed economico italiano e internazionale, dall’ Arera alla Consob passando per rappresentanti della Banca Centrale Europea e dell’Innovation Center di Intesa San Paolo, ha rappresentato l’occasione per rivolgere lo sguardo al futuro del mercato dei rifiuti e di dibattere in merito all’evoluzione o “rivoluzione” del settore.

Il WSX potrebbe diventare il primo mercato telematico dove la domanda e l’offerta di rifiuti si incontrano favorendo la creazione di un fair market price contribuendo alla definizione di standard di qualità, forma e pezzatura che facilitino il riutilizzo della materia con un sensibile contributo alla valorizzazione e al riutilizzo delle “risorse di valore allocate nel posto sbagliato”.

Guido Zanetti, Managing Director di Protiviti Italia (partner di Computer Solutions ideatore del WSX), presenta la Roadmap del progetto su “Quotidiano Energia”.

Articoli recenti

Seguici sui social

Seguici su Facebook
Seguici su Instagram
Seguici su Linkedin
Seguici su YouTube

Continua a leggere…

  • Decreto 27 Settembre 2022, n. 152
    31 Ottobre 2022 |

    Chiariti i criteri in merito alla “cessazione della qualifica di rifiuto dei rifiuti inerti da costruzione e demolizione e di altri rifiuti inerti di origine minerale” È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il tanto atteso [...]

    LEGGI
  • 3 Ottobre 2022 |

    APPROVATO IL DECRETO LEGISLATIVO RECANTE “DISPOSIZIONI INTEGRATIVE E CORRETTIVE AL DECRETO LEGISLATIVO 3 SETTEMBRE 2020, N. 116 A soli 2 anni dalla pubblicazione del Decreto correttivo n. 116, del 3 settembre 2020, il Consiglio dei Ministri, [...]

    LEGGI
  • rifiuti inerti
    25 Luglio 2022 |

    Firmato, ma in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, il Decreto Ministeriale del MITE che stabilisce i criteri specifici nel rispetto dei quali i rifiuti inerti dalle attività di costruzione e demolizione e i rifiuti inerti di origine minerale sottoposti a [...]

    LEGGI