Modalità di organizzazione e funzionamento del Recer

Pubblicato sulla G.U: n.142 del 5 giugno 2020 il DM 21 aprile 2020 che definisce le “modalità di organizzazione e di funzionamento del registro nazionale (per semplicità denominato Recer) per la raccolta delle autorizzazioni rilasciate oltre che degli esiti delle procedure semplificate concluse per lo svolgimento di operazioni di recupero”.
Il REcer, come indicato all’art. 189 del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152, deve poter interoperare con il Catasto dei rifiuti e con il Registro Elettronico Nazionale; nel REcer è pubblicato inoltre, uno schema sintetico dei dati contenuti nei provvedimenti autorizzatori (Sezione Autorizzazioni Ordinarie) e degli esiti delle procedure semplificate (Sezione procedure semplificate). Sarà competenza degli enti che rilasciano le autorizzazioni (ai sensi degli articoli 208, 209, 211, dell’art. 184-ter e del Titolo III-bis della parte seconda del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152) alimentare questi “archivi”.
Da sottolineare, inoltre, che i dati inseriti nello schema pubblicato nel Recer, verranno gestiti dall’ ISPRA ed utilizzati di conseguenza per le verifiche sull’ EOW, sui controlli autorizzativi e sul registro unico nazionale voluto dall’Unione Europea.
Roberto Ribaudo

Articoli recenti

Seguici sui social

Seguici su Facebook
Seguici su Instagram
Seguici su Linkedin
Seguici su YouTube

Continua a leggere…

  • Decreto 27 Settembre 2022, n. 152
    31 Ottobre 2022 |

    Chiariti i criteri in merito alla “cessazione della qualifica di rifiuto dei rifiuti inerti da costruzione e demolizione e di altri rifiuti inerti di origine minerale” È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il tanto atteso [...]

    LEGGI
  • 3 Ottobre 2022 |

    APPROVATO IL DECRETO LEGISLATIVO RECANTE “DISPOSIZIONI INTEGRATIVE E CORRETTIVE AL DECRETO LEGISLATIVO 3 SETTEMBRE 2020, N. 116 A soli 2 anni dalla pubblicazione del Decreto correttivo n. 116, del 3 settembre 2020, il Consiglio dei Ministri, [...]

    LEGGI
  • rifiuti inerti
    25 Luglio 2022 |

    Firmato, ma in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, il Decreto Ministeriale del MITE che stabilisce i criteri specifici nel rispetto dei quali i rifiuti inerti dalle attività di costruzione e demolizione e i rifiuti inerti di origine minerale sottoposti a [...]

    LEGGI