Chiarimenti in materia di attività industriale di noleggio e lavaggio di capi tessili (cd. lavanolo)

Processo di produzione ai fini della qualifica di sottoprodotto ai sensi dell’art. 184 bis del
D. Lgs. 152/2006

 Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica – Direzione Generale Economia Circolare, richiamando la normativa di settore, ha confermato come un sottoprodotto possa «derivare da qualsiasi processo tale da «produrre» dei risultati, ossia trasformare i fattori produttivi in risultati e, pertanto, potenzialmente, anche da attività che producono servizi»: ne deriva, con riguardo al quesito posto che «i processi di lavaggio, essiccazione e stiratura industriale dei tessili tipici del servizio di lavanolo (attività di lavanderia industriale di noleggio e lavaggio di capi tessili, anche quando svolta nell’ambito di un’attività di lavanolo) possono anch’essi originare sottoprodotti, purché vi sia la sussistenza contemporanea di tutte le condizioni di cui all’articolo 184-bis del decreto legislativo n. 152 del 2006».

Il testo integrale dell’interpello è consultabile al seguente indirizzo:

interp_confind_lavanolo_riscontro.pdf (mase.gov.it)

 

La Redazione

_______________________________________________________________________________________________________

Per aggiornamenti sulle novità del mondo della gestione dei rifiuti, visita la nostra pagina EVENTI

 

Continua a leggere…