Il ddl conversione del “decreto rilancio” (dl 34/2020) passa il vaglio del senato

Passa anche il vaglio del Senato il DDl di conversione del “Decreto Rilancio” (DL 34/2020) contenente la proposta di CANCELLAZIONE delle modalità del DEPOSITO TEMPORANEO DEI RIFIUTI stabilite dall’ Articolo 113-bis del Dl 18/2020 appena tre mesi fa e che, lo ricordiamo, consentiva di raddoppiare il QUANTITATIVO MASSIMO del Deposito Temporaneo e portare a 18 mesi il LIMITE TEMPORALE MASSIMO.
Con l’abolizione di tale articolo ad opera del DDL di conversione (DL 34/2020) si TORNA quindi alle VECCHIE DISPOSIZIONI che prevedono un quantitativo pari a 30 metri cubi di rifiuti, di cui 10 pericolosi, e il limite temporale tassativo di un anno; la cadenza trimestrale non era mai stata modificata.

Roberto Ribaudo

Articoli recenti

Seguici sui social

Seguici su Facebook
Seguici su Instagram
Seguici su Linkedin
Seguici su YouTube

Continua a leggere…

  • Decreto 27 Settembre 2022, n. 152
    31 Ottobre 2022 |

    Chiariti i criteri in merito alla “cessazione della qualifica di rifiuto dei rifiuti inerti da costruzione e demolizione e di altri rifiuti inerti di origine minerale” È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il tanto atteso [...]

    LEGGI
  • 3 Ottobre 2022 |

    APPROVATO IL DECRETO LEGISLATIVO RECANTE “DISPOSIZIONI INTEGRATIVE E CORRETTIVE AL DECRETO LEGISLATIVO 3 SETTEMBRE 2020, N. 116 A soli 2 anni dalla pubblicazione del Decreto correttivo n. 116, del 3 settembre 2020, il Consiglio dei Ministri, [...]

    LEGGI
  • rifiuti inerti
    25 Luglio 2022 |

    Firmato, ma in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, il Decreto Ministeriale del MITE che stabilisce i criteri specifici nel rispetto dei quali i rifiuti inerti dalle attività di costruzione e demolizione e i rifiuti inerti di origine minerale sottoposti a [...]

    LEGGI