L’autorità garante della concorrenza e del mercato ci promuove con **++

Ancora un attestato di merito per la corretta gestione delle attività da parte di Computer Solutions: “Per noi la COMPLIANCE non è solo importante, ma fondamentale – riferisce Enrico Agostini nuovo CEO di CSG – nel mese di marzo 2020 abbiamo aggiornato il Modello Organizzativo di Gestione e Controllo così come previsto dal D. Lgs. 231/01 e, dopo averlo visionato, l’ AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha dato seguito positivo alla nostra richiesta di attribuzione del Rating di legalità con il punteggio di **++, migliorando ulteriormente il giudizio rispetto alla prima attribuzione del 2018.

Poter vantare tale certificazione da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato – racconta Roberto Conforto fondatore e anima dell’azienda – ci permette di fornire garanzie importanti al nostro mercato e ai nostri partner in qualsiasi momento, anche i più complicati come ad esempio quello che stiamo vivendo per il COVID -19.

Il rating di legalità, lo ricordiamo, è uno strumento introdotto nel 2012 volto alla promozione e all’introduzione di principi di comportamento etico in ambito aziendale tramite l’assegnazione di un riconoscimento, misurato in “stellette”, indicativo del rispetto della legalità da parte delle imprese che ne abbiano fatto richiesta e del grado di attenzione che le stesse ripongono nella corretta gestione del proprio business. L’attenzione alla legalità va ad incidere sulla competitività delle imprese che potranno contare sui benefici di natura economica riconosciuti a norma di legge dalle pubbliche amministrazioni e dagli istituti di credito bancario; del rating attribuito all’ impresa si tiene infatti conto in sede di partecipazione a gare d’appalto come criterio premiale nella valutazione dell’offerta di gara, nonché in sede di accesso al credito bancario, secondo le modalità stabilite con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze e del Ministro dello sviluppo economico.

Da tre anni ormai Computer Solutions chiede e ottiene il Rating di legalità, requisito fondamentale per operare nel mercato economico finanziario ma, soprattutto, garanzia ulteriore per continuare ad operarvi. Lo scorso anno abbiamo ottenuto la Certificazione sul Rating di legalità con il punteggio di * ++, quest’anno ci siamo migliorati ancora e l’AGCM ci ha premiati con il punteggio di **++.

La Redazione

Rating di legalità 2020

Continua a leggere…

  • 24 Aprile 2024 |

    Quali sono le ragioni ostative all'iscrizione di una società in white list? Leggiamo la sentenza del Consiglio di Stato. La recente sentenza ha per oggetto le ragioni ostative all’iscrizione di una società in white list [...]

  • 17 Aprile 2024 |

    Applicazione della disciplina di cui all’articolo 30-bis del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 nell’ambito della gestione dei rifiuti sanitari sterilizzati. Il MASE con l’interpello chiarisce che i rifiuti sanitari infettivi, se assoggettati ad un [...]

  • 3 Aprile 2024 |

    Chiarimenti in merito alle attività di messa in riserva R13 a seguito di lavorazione in R12. Allegato C, parte IV, D. Lgs. 152/06 La Provincia di Viterbo ha richiesto un’interpretazione della vigente normativa in materia  [...]

  • 24 Aprile 2024 |

    Quali sono le ragioni ostative all'iscrizione di una società in white list? Leggiamo la sentenza del Consiglio di Stato. La recente sentenza ha per oggetto le ragioni ostative all’iscrizione di una società in white list [...]

  • 17 Aprile 2024 |

    Applicazione della disciplina di cui all’articolo 30-bis del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 nell’ambito della gestione dei rifiuti sanitari sterilizzati. Il MASE con l’interpello chiarisce che i rifiuti sanitari infettivi, se assoggettati ad un [...]

  • 3 Aprile 2024 |

    Chiarimenti in merito alle attività di messa in riserva R13 a seguito di lavorazione in R12. Allegato C, parte IV, D. Lgs. 152/06 La Provincia di Viterbo ha richiesto un’interpretazione della vigente normativa in materia  [...]

  • 25 Marzo 2024 |

    La sentenza in commento – C. Cass. n. 685/2024 – è stata pronunciata a seguito del ricorso proposto da un soggetto condannato dal Tribunale per il reato di trasporto abusivo di rifiuti (art. 256, co. [...]